03 aprile 2021
03 aprile 2021

Atalanta - Udinese 3-2

Una sfida combattuta termina con una sconfitta di misura per i friulani

WhatsApp Image 2021-04-03 at 15.22.01.jpeg
ATALANTA – UDINESE: 3-2 (2-1)
 
Atalanta (4-3-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Palomino, Gosens (46’ Djimsiti); Freuler, De Roon, Pessina (78’ Pasalic); Malinovskyi (78’ Maehle); Muriel (46’ Ilicic), Zapata (86’ Miranchuk). A disposizione: Sportiello, Rossi, Sutalo, Lammers, Caldara, Kovalenko, Ruggeri. Allenatore: Gasperini 
 
Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Bonifazi, Nuytinck (69’ Samir); Molina, De Paul, Walace (82’ Arslan), Pereyra, Zeegelaar (59’ Stryger Larsen); Okaka (59’ Llorente), Braaf (69’ Forestieri). A disposizione: Scuffet, Gasparini, Ouwejan, Makengo, Micin, Nestorovski, De Maio. Allenatore: Gotti 
 
Arbitro: Manganiello di Pinerolo
Assistenti: Rossi e Vono
IV: Ayroldi
VAR: Orsato
AVAR: Peretti
Marcatori: 19’ Muriel, 43’ Muriel, 45’ Pereyra, 61’ Zapata, 72’ Stryger Larsen
Ammoniti: Pereyra, Samir
Recupero: 3’ st
 
BERGAMO – È finita 3-2 la sfida del Gewiss Stadium di Bergamo tra Atalanta ed Udinese, valida per la 29^ giornata di Serie A TIM. Mister Gotti cambia qualcosa nel reparto avanzato rispetto all’ultima sfida di campionato e lancia per la prima volta dall’inizio il giovane Braaf, affiancato da Okaka. In mezzo al campo confermato Walace al fianco di De Paul e Pereyra, così come Becao vicino a Bonifazi e Nuytinck nella linea difensiva. Dall’altra parte Gasperini si affida alla coppia formata dagli ex Muriel e Zapata, con Malinovskyi a supporto alle loro spalle. Al 14’ Muriel impensierisce Musso con un tentativo dalla distanza direttamente da calcio di punizione. Potente ma non angolata, la conclusione è facile preda del numero 1 bianconero. Al 19’ l’Atalanta trova il gol del vantaggio con Muriel. Il centravanti nerazzurro supera Musso con un sinistro di prima intenzione dal limite dell’area, complice una deviazione di Bonifazi. Al 27’ l’Udinese risponde con Okaka che dal limite dell’area lascia partire un destro verso la porta di Gollini nonostante la pressione della retroguardia bergamasca. Il tentativo del numero 7 bianconero manca però di potenza e la sfera termina facilmente tra le braccia del portiere avversario. Al 38’ ci prova Malinovskyi con un sinistro di prima intenzione dal limite dell’area ma Musso è attento e in tuffo sventa il pericolo. Al 43’ l’Atalanta trova il raddoppio ancora con Muriel. L’attaccante colombiano, a tu per tu con Musso, prima lo supera in dribbling e poi a porta completamente sguarnita appoggia il pallone in rete per il gol del 2-0. Appena due minuti più tardi, allo scadere del primo tempo l’Udinese trova il gol pareggio con Roberto Pereyra. Il centrocampista bianconero sfrutta il buon assist di Molina e batte Gollini con un bel destro piazzato dalla distanza che si infila alla destra del portiere nerazzurro per il gol del 2-1.
Nella ripresa al 49’ Malinovskyi dalla destra crossa basso al centro per Pessina che da due passi cerca la deviazione vincente. Ancora una volta Musso è vigile e d’istinto respinge il tentativo sul primo palo sventando il pericolo. Al 61’ l’Atalanta trova nuovamente il doppio vantaggio con l’ex Zapata. Il centravanti nerazzurro supera Musso con un facile tocco sul secondo a tu per tu con il portiere bianconero e insacca per il gol del 3-1. Al 71’ l’Udinese accorcia ancora le distanze con il gol di Stryger Larsen. È ancora Molina a fornire l’assist dopo aver messo a sedere De Roon con la sterzata, servendo il danese con un preciso cross basso solo da spedire in fondo al sacco per la rete del 3-2. All’82’ ci prova anche Forestieri con un sinistro al volo sulla buona sponda di Llorente. Completamente fuori misura, la conclusione dell’argentino termina ampiamente a lato. All’89’ Ilicic ha una clamorosa occasione dal limite sull’errore di Bonifazi in fase di disimpegno ma la sua conclusione è troppo angolata e si spegne a lato della porta difesa da Musso. Seconda sconfitta nelle ultime sette sfide di campionato per gli uomini di Mister Gotti, il cui prossimo impegno è ora in programma per le 20.45 di sabato alla Dacia Arena contro il Torino.
Condividi su