25 ottobre 2019
25 ottobre 2019

Atalanta-Udinese, la conferenza di mister Tudor

L'allenatore ha risposto alle domande dei giornalisti interventuti

001 Tudor 24-08-2019 Foto Petrusi.jpg
A 48 ore dalla partita Atalanta-Udinese, mister Igor Tudor ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.

In vista della partita contro l'Atalanta da dove parte la tua Udinese? Dalla prestazione di domenica?
"Siamo contenti di questa crescita continua, siamo contenti dei punti fatti e che sono importanti. C''è fiducia. Poi c'è una squadra fortissima come l'Atalanta e che secondo le statistiche, in base alle occasioni create è la più forte d'Italia. Dagli index difensivi comprendi cosa si produce in campo, l'Atalanta è la più forte d'Italia.

E' vero l'Atalanta produce ma subisce e dietro non è perfetta.
"Come tutte le squadre ha punti forti e punti meno forti. Noi andiamo là a fare la nostra partita, consapevoli che l'anno scorso sono stati la rivelazione della scorsa stagione. Contro di loro l'anno scorso abbiamo disputato una bella partita, abbiamo subito gol a dieci minuti dalla fine".
 
Comincia con la Roma un periodo di partite ravvicinate. C'è anche la squadra giallorossa nella Sua mente e magari nel dettaglio anche le diffide pendenti come Jajalo e Becao che sono molto importanti.
"Ci sono due pensieri, uno che va nella direzione di fare turnover e programmare, e poi l'altra direzione che ti dice di andare sempre con i più forti. Vediamo una partita alla volta e poi deciderò".

La Champions, pensi abbia tolto tante energie nervose alla squadra di Gasperini? Può essere l'occasione per fare gol in trasferta?
"In Champions hanno giocato a Manchester e in campionato contro la Lazio, non due squadre di poco conto. L'Atalanta ha il proprio modo di interpretare il calcio, tenendo sempre l'uno contro uno e quindi concederanno degli spazi. Noi andremo a cercare i nostri spazi. Non dobbiamo pensare solo a difenderci. Alla fine rischi di subire troppo e poo paghi. Loro si porranno delle domande su di noi. Hanno giocato martedì e domenica! Gasperini ha l'imbarazzo della scelta, manca solo Zapata ma ha la squadra al completo e non saranno stanchi. Noi dobbiamo prendere fiducia e dare il meglio”.

L'Atalanta ha giocatori incredibili, gran parte del loro gioco passa sugli esterni e la partita probabilemente si deciderà li. L'Udinese non avrà Larsen. Pensa all'impiego anche di Opoku?
"Bisogna trovare le soluzioni migliori per affrontare questa partita e penso che l'abbiamo trovata, l'abbiamo provata in allenamento. Dobbiamo anche pensare a nuove soluzione durante la partita"

Il primo tempo con il Torino è stato quasi perfetto. Pensi sia questo l'assetto giusto della squadra con due punte autentiche in avanti. Con Rodrigo in mezzo al campo sembra una squadra sbilanciata però è quella forse più equilibrata?
"Devo trovare equilibrio nelle due fasi, la difensiva e l’offensiva. Tante volte abbiamo giocato con due punte, ma non siamo sbilanciati. De Paul è un centrocampista che corre, i metri li fa come li fanno Fofana e Barak".

Visto che hai bisogno di gente che corre, Lasagna è in fiducia?
"Lasagna? Lo vedo bene. Scattante, voglioso. E’ troppo importante per noi, per caratteristiche. E' un fuoriclasse. E per caratteristiche è un giocatore straordinario. Va messo nella posizione migliore per sfruttare le sue qualità. Ha scatto, tiro fortissimo ed è un giocatore che presto troverà il gol. Tocca a noi metterlo nella migliore condizione per farlo rendere al meglio".

Clicca qui per guardare e ascoltare la conferenza integrale. 
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto