25 aprile 2021
25 aprile 2021

Benevento-Udinese in pillole

Match Report

C559AF31-7DC2-4BB3-A528-C4407C83414D.jpeg
È stata una partita memorabile. Per il risultato, per la prestazione collettiva, per tutta una serie di impercettibili sfaccettature che nella loro commistione compongono un diamante di rara bellezza. Roba che va ben oltre i quattro gol segnati. È stata la centesima in bianconero di Juan Musso, che dopo l’episodio del rigore ha chiuso la saracinesca, risultando decisivo in almeno tre occasioni. È stata una giornata di prime volte, come quelle di Nahuel Molina e Jayden Jezairo Braaf, che sono riusciti a trovare la loro primarete in Serie A. Ed è stato, ancora una volta, il fine settimana degli assist a ritmo di tango: 2 per Roberto Pereyra – che ha sfiorato anche il gol colpendo un palo che trema ancora – e altrettanti per Rodrigo De Paul, giunti entrambi a quota 8 in questo campionato ormai alle battute finali. Il capitano è stato autore dell’ennesima prestazione monstre in termini di qualità: 5% del possesso palla gestito attraverso 61 tocchi, 33 passaggi riusciti su 38 (87%), 2 key passes, 2 dribbling riusciti ed un nitido 100% di successo nei contrasti ingaggiati. Meglio di lui, in termini d’accuratezza del fraseggio, solamente Kevin Bonifazi: 88% di precisione. Soffermandosi sul reparto difensivo, inoltre, non può assolutamente passare inosservata la perfezione statistica di Nuytinck: pitch leader assoluto della sfida in termini di recuperi difensivi completati (17, 4 in più rispetto a Becão, il secondo nella graduatoria), 10 spazzate e 100% di esito positivo sia nei duelli aerei che a terra; rispettivamente 3 su 3 e 4 su 4. Serviva come il pane una vittoria, per mettere in cassaforte altri 3 punti pesanti, e un po’ anche per risollevare gli animi, ed è arrivata. All’insegna della coesione, della solidità e del bel gioco. Sono 39 punti, per un traguardo oramai ad un passo.
Condividi su