11 gennaio 2021
11 gennaio 2021

Okaka: "Pronti a dare tutti di più"

Le parole di Okaka a Udinese Tonight

23 Fiorentina-Udinese © Foto Petrussi.jpg
Grande serata a Udinese Tonight, ospiti due bianconeri: Stefano Okaka e Ignacio Pussetto.
Di seguito le parole del nostro numero 7 a Udinese Tv:

“Facciamo tutti parte di un gruppo è anche da fuori dobbiamo dare il nostro supporto e, in questo momento, ci tenevo a sostenere la squadra dagli spalti ieri. Contro il Napoli abbiamo fatto un'ottima prestazione, loro erano spaventati e non sapevano più come prenderci poi, purtroppo, come successo tante volte, abbiamo preso un gol al 90esimo su palla inattiva. 
Come prestazione abbiamo fatto bene ma, in termini di punti, non è andata bene visto che ci sono sfuggiti. L'Udinese è in serie A da 25 anni ed ha un'organizzazione, una struttura, una serietà che sono un modello in Europa. Il club ci mette a disposizione tutto anche in un momento di difficoltà.
La storia, purtroppo, non fa i punti, ciò che dobbiamo fare è imparare. Prendo ad esempio il Verona: ha una mentalità ed arrivano ottavi o settimi e non fanno la classifica con i nomi ma con il campo. Quest'anno appena sono arrivati 4-5 giocatori importanti abbiamo perso la nostra identità da provinciali, se lo facciamo rischiamo di non andare da nessuna parte. 
Non credo che prima quando c'erano i Pinzi o i Domizzi si diceva “vinciamo lo scudetto”, abbiamo un'ottima squadra ma passo dopo passo si costruisce un percorso.
Ognuno si prende, me compreso, le proprie responsabilità, siamo tutti sulla stessa barca..
Abbiamo perso giocatori per infortuni gravi e dopo le vittorie con Lazio e Torino sentivo parlare di sesto posto ed ora sembra non funzioni niente. Ci vuole equilibrio.
Ci sono giocatori che tirano la carretta da due anni e sono i primi che non vogliono soffrire e vogliono qualcosa in più. Sicuramente tutti dobbiamo dare di più perché i risultati non stanno venendo, ma vi assicuro che stiamo lasciando tutto sul campo e fuori. Sono orgoglioso di tutti i miei compagni, di ragazzi che dopo l'operazione sono già al campo per rientrare magari un giorno prima per dare una mano. Sono due anni che lottiamo insieme, so che posso contare sui miei compagni e loro su di me.
Dopo la partita col Napoli nello spogliatoio non ci davamo pace noi tutti siamo qui per mettere il cuore per il club e portare a casa punti e sono convinto che molto presto i risultati arriveranno.
Cerco sempre di dire la mia ai compagni, dando il mio punto di vista e la mia esperienza soprattutto nei momenti difficili. Per il bene dell'Udinese cerchiamo di guardare al futuro in base alla realtà non ai nomi, bensì ai fatti. Ho avuto un infortunio abbastanza grave, non me lo aspettavo ma per fortuna è andato tutto bene, spero di tornare il prima possibile già a fine mese o, al massimo, all'inizio del prossimo. Sto facendo di tutto per tornare quanto prima a lottare insieme ai miei compagni.
Lasagna? E' un giocatore della nazionale non certo uno di livello basso. Ci ha sempre messo la faccia e dato tutto, personalmente non vedo quello che dicono, anche criticando, le persone. Kevin sa che contiamo su di lui e sa che ognuno di noi è pronto ad aiutarlo. Questi discorsi non mi piacciono, quando si perde tutti sono sempre pronti a puntare il dito. Gli errori li facciamo tutti, si va avanti e basta".
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto