27 marzo 2021
27 marzo 2021

Primavera: Udinese - Brescia 2-1

Successo per i giovani bianconeri

AE8FF2DE-3422-4CCD-925D-886EC4C89870.jpeg
UDINESE (4-3-3): 1 Carnelos; 2 Cucchiaro, 4 Rigo, 6 Cocetta, 3 Del Fabro (dal 33st Codutti); 8 Battistella, 5 Castagnaviz, 10 Micin; 7 Fedrizzi (dal 20 st Pinzi), 9 Basha S. (dal 20st Pafundi, dal 39st Garbero), 11 Ianesi.

A disposizione:  Bruno, Rossitto, Maset, Zuliani, Basha, Ferla, Cum, Piana. All. Moras

BRESCIA (4-3-3): 1 Rovelli; 2 Boafo (dal 18st Magri), 6 Maccherini, 5 Castellini, 3 Verzeni; 7 Bianchetti (dal 9st Barazzetta) , 4 Manu (dal 9st Bertoni), 8 Butturini (dal 28st Mor); 11 Canciani, 10 Trezza, 9 Del Barba (dal 9st Parzajuk).

A disposizione: Gallina, Bui, Bacchin. All. Aragolaza

Arbitro: Bordin
Assistenti: Torresan e Marchetti

Marcatori: Battistella (U) al 42 pt; Basha (U) al 9st; Canciani (B) al 16st.
Recupero: 5’ nel secondo tempo
Ammoniti: Cocetta (U)

Bel successo per la Primavera bianconera che, a Fagagna, si impone per 2-1 sul Brescia grazie alle reti di Battistella e Basha.
Dopo 5 minuti di gioco prima occasione per l’Udinese con Micin che calcia dalla distanza e costringe il portiere bresciano Rovelli al miracolo.
I bianconeri partono forte e all’undicesimo Cucchiaro sfiora il vantaggio con una percussione dalla destra e un tiro cross che mette in difficoltà Rovelli costretto in due tempi a salvare sulla linea.
Sempre sugli scudi i ragazzi di mister Moras che al quarto d’ora vanno ancora ad un passo dall’1-0 con Basha che, sugli sviluppi di un calcio di punizione, riceve e calcia in porta ma Rovelli salva ancora in corner.
Due minuti più tardi sempre Micin riceve la respinta della difesa bresciana su un calcio d’angolo e conclude col destro: fuori di poco.
È un monologo bianconero con Micin che al minuto 18 si incunea in area dalla sinistra e scarica per Battistella che calcia dal limite ma trova un miracolo di Rovelli a negargli il gol.
Il Brescia si fa vivo per la prima volta dalle parti di Carnelos con una ripartenza culminata nel destro di Canciani sul quale il portiere bianconero è superlativo nell’opporsi.
Alla mezz’ora altro contropiede pericoloso delle Rondinelle con Bianchetti che calcia alto da ottima posizione all’interno dell’area di rigore.
Brescia ancora insidioso al trentasettesimo con la deviazione di Butturini sugli sviluppi di un calcio piazzato che colpisce la traversa con Del Fabro che salva sulla linea sugli sviluppi dell’azione.
La sfortuna, un minuto più tardi, frena i bianconeri con la bella azione sulla sinistra di Ianesi che salta l’uomo ed entra in area, la difesa bresciana rimedia ma arriva a rimorchio Micin che con l’esterno destro centra in pieno la traversa.
L’Udinese spinge e trova finalmente il vantaggio al minuto 42 con un destro da fuori di Battistella che trova impreparato il portiere Rovelli, colpevole nell’occasione, e porta avanti i bianconeri con pieno merito.
La ripresa inizia con gli stessi 22 in campo.
La prima occasione è per Ianesi che entra in area dalla sinistra e calcia in porta con mancino ma trova la respinta di Rovelli.
Al sesto minuto occasione colossale per Battistella che batte a rete col destro agganciando in area un cross di Cucchiaro dalla destra ma trova il salvataggio disperato sulla linea di Castellini, a portiere battuto, a negargli il gol.
Il dominio bianconero in avvio di ripesa prosegue ed è ancora un legno a frenare la squadra di Moras con Micin che centra il palo con un destro dal limite.
Al nono arriva il meritato raddoppio firmato da Basha che trova la rete con una bella incornata su azione da calcio d’angolo.
Il Brescia non molla e accorcia le distanze col gol di Canciani che raccoglie l’assist di Verzeni e batte Carnelos al sedicesimo.
Al trentunesimo minuto, i ragazzi di Moras hanno l’occasione per chiudere i conti con il classe 2006 Pafundi che in contropiede si invola, entra in area ma calcia debolmente tra le braccia di Rovelli.
Nel finale, il Brescia si rende pericoloso al minuto 37 con il calcio di punizione di Magri sul quale Carnelos compie un’ottima parata.
Nel recupero Garbero, subentrato all’infortunato Pafundi, colpisce il palo in ripartenza con una gran conclusione di destro.
Al terzo di recupero, brivido per il destro del bresciano Bertoni di poco alto.
L’ultima occasione è per i bianconeri ma Micin calcia alto col destro.
È l’ultima emozione di una partita che consegna i tre punti ai nostri ragazzi.
Condividi su