02 maggio 2021
02 maggio 2021

Udinese - Juventus 1-2

Due gol nel finale negano ai friulani un importante successo

WhatsApp Image 2021-05-02 at 19.30.31.jpeg
UDINESE – JUVENTUS: 1-2 (1-0)
 
Udinese (3-5-1-1): Scuffet; Becao, Bonifazi (84’ Samir), Nuytinck (92’ Ouwejan); Molina, De Paul, Walace, Arslan (72’ Forestieri), Stryger Larsen; Pereyra; Okaka. A disposizione: Gasparini, Piana, Makengo, Micin, Llorente, Palumbo, De Maio, Zeegelaar. Allenatore: Gotti 
 
Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado (84’ Correia), Bentancur, McKennie (84’ Rabiot), Bernardeschi (59’ Kulusevski); Dybala (66’ Morata), Ronaldo. A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Chiellini, Arthur, Ramsey, Dragusin, Vrioni. Allenatore: Pirlo
 
Arbitro: Chiffi di Padova
Assistenti: Tegoni e Ranghetti
IV: Piccinini
VAR: Nasca
AVAR: Galetto
Marcatori: 10’ Molina, 83’ Ronaldo, 89’ Ronaldo
Ammoniti: Arslan, Pereyra, De Paul
Recupero: 5’ st
 
È finita 1-2 la sfida della Dacia Arena tra Udinese e Juventus, valida per la 34^ giornata di Serie A TIM. Mister Gotti deve nuovamente far fronte al grande numero di infortuni tra le fila bianconere e per l’attacco si affida all’unica punta Okaka, supportato da Pereyra sulla trequarti. Linea di centrocampo e terzetto difensivo confermati, mentre tra i pali Scuffet prende il posto dello squalificato Musso. Dall’altra parte Pirlo punta tutto sulla coppia offensiva formata da Dybala e Cristiano Ronaldo. Al 10’ De Paul sorprende tutti battendo rapidamente una punizione sulla trequarti con un filtrante che trova Molina completamente libero in area di rigore. L’esterno argentino controlla bene e da posizione defilata lascia partire un potente destro che piega le mani al numero 1 ospite e gonfia la rete per il gol del vantaggio bianconero. Al 27’ risponde la Juventus con il tentativo di testa di McKennie sul traversone dalla bandierina di Cuadrado ma la conclusione termina a lato della porta difesa da Scuffet. Al 34’ ci prova Dybala con un destro dal limite ma l’estremo difensore bianconero è attento e in tuffo respinge il tentativo. Al 37’ è Ronaldo a provarci con un colpo di testa da distanza ravvicinata sul traversone corto di De Ligt, il portoghese però colpisce male e la sfera termina alta sopra la traversa.
Nella ripresa al 52’ buon lavoro di Okaka in area di rigore che con il fisico difende bene il pallone e trovo lo scarico al limite per Arslan. Il turco controlla e lascia partire il sinistro da posizione favorevole ma il pallone termina di poco a lato della porta ospite. Al 59’ ci prova ancora Ronaldo con un sinistro dalla distanza, il tentativo è debole e centrale e la sfera è facile preda di Scuffet. Al 66’ Stryger Larsen recupera bene un pallone sulla trequarti e dal limite dell’area di rigore tenta la conclusione a giro sul palo lontano. Il tiro è ben calibrato ma leggermente impreciso e si spegne di poco a lato. All’82’ il direttore di gara accorda un calcio di rigore in favore della Juventus per un fallo di mano di De Paul sulla punizione di Ronaldo. Sul dischetto si presenta lo stesso Ronaldo che batte Scuffet e insacca per il gol dell’1-1. All’89’ la Juventus trova il gol del vantaggio ancora con Ronaldo. Il portoghese supera Scuffet con un colpo di testa da posizione defilata e segna per la rete dell’1-2 finale. Sfortunata sconfitta nel finale per gli uomini di Mister Gotti, il cui prossimo impegno è ora in programma per le 15 di sabato alla Dacia Arena contro il Bologna.
Condividi su