22 aprile 2020
22 aprile 2020

Accadde oggi | Alexis Sanchez

Nel 2006 l'Udinese acquistò l'attaccante cileno

Sanchez.jpg
Il 22 aprile 2006 la stampa cilena dà ampio risalto alla notizia che l’Udinese ha acquistato l’attaccante Alexis Sanchez, 17 anni, definito il miglior talento del calcio di quel Paese sudamericano. Sanchez, già definito “Niño Maravilla” per la sua raffinata classe, per la sua arte calcistica, nato a Tocopilla il 18 dicembre 1988, è in forza al Cobreloa e tre mesi dopo viene parcheggiato al Colo Colo. Un anno dopo, per completare il processo di maturazione, il club bianconero lo presta al River Plate. Giunge in Friuli nell’estate del 2008 e rimane in forza all’Udinese per tre stagioni disputando complessivamente 95 gare di campionato segnando 20 reti. Nei primi due anni dell’avventura bianconera, l’allenatore Pasquale Marino lo impiega nel ruolo di ala destra, poi Guidolin, subentrato nel 2010 al tecnico siciliano, lo utilizza da seconda punta e Sanchez fa un notevole salto di qualità: in tandem con Di Natale forma il miglior binomio offensivo della serie A, i due segnano complessivamente 40 gol, 28 Totò, 12 Nino Maravilla che ben presto è oggetto del desiderio dell’Internazionale. Sembra fatta con il club nero azzurro, poi si fa vivo il Barcellona che rilancia e in piena estate 2011 l’attaccante cileno passa al club blaugrana con cui rimane sino al 2014, (88 presenze in Liga, 39 gol segnati). Quindi viene ceduto all’Arsenal quale parziale contropartita per Luis Suarez e con i Gunners fa un altro salto di qualità, disputa sino al 2018 122 gare in Premier e realizza 60 reti. Lo vuole poi il Manchester United, ma con questa formazione Sanchez ha un calo di rendimento, gioca 32 gare segna 3 reti, quindi nell’estate del 2019 passa in prestito all’Inter, ma ad ottobre, nella sfida Cile-Colombia, subisce un  grave infortunio alla caviglia che lo costringe a rimanere out per tre mesi. Con la formazione milanese è sceso in campo in campionato 9 volte con un gol segnato.
Condividi su