30 dicembre 2019
30 dicembre 2019

Accadde Oggi | Candido Beretta

Centrocampista bianconero dal 1961 al 1963, si è spento il 30 dicembre 2003

Udinese 1962-63 - Beretta con il Pallone.JPG
Il 30 dicembre 2003 moriva Candido Beretta centrocampista dell'Udinese dal 1961 al 1963. Era nato il 9 dicembre 1941 a Monza ed era cresciuto calcisticamente nella Muggiorese per poi passare, 1958, nel Como con cui si mise subito in evidenza. Ben presto entrò nel giro delle nazionali giovanili, fu uno dei papabili a far parte della squadra azzurra che conquistò il quarto posto alle Olimpiadi di Roma. Nell'estate del 1961 fu acquistato dall'Udinese con cui fece il suo debutto nella prima di campionato, Udinese-Roma 1-3. Fu un esordio sfortunato per Beretta che al 10' della ripresa, in uno scontro con Lojacono, si fratturò la rotula che lo costrinse a stare fuori per quaranta giorni. Quel giorno l'allenatore Luigi Bonizzoni (in seguito rimpiazzato da Alfredo Foni) lo utilizzò nel ruolo di ala tattica compito che svolse in maniera lusinghiera. Una volta superato il problema fisico, Beretta disputò altre 20 gare segnalandosi sempre tra i migliori anche se alla fine l'Udinese retrocederà in B. L'anno dopo fu uno dei punti inamovibili della squadra affidata ad Alberto Eliani, disputò 37 dei 38 incontri; poi passò al Padova (in B d) dove rimase due stagioni, al Brescia (in A) nel 1965-66,  quindi al Venezia (due anni in A, uno in B) per chiudere la carriera nello Juve Stabia. Alla fine degli anni Sessanta appese gli scarpini al classico chiodo per tornare a Udine allenando formazioni giovanili, tra cui gli allievi dell' Udinese trovando nel contempo anche impiego nell'Amministrazione comunale.
Condividi su