25 aprile 2020
25 aprile 2020

Accadde oggi | Tarcisio Burgnich

Compie gli anni oggi l'ex bianconero

Udinese Burgnich in alto a ds (1).jpg
Il 25 aprile 1939 nasce a Ruda Tarcisio Burgnich ex calciatore dell’Udinese, Juventus, Palermo, Inter, Napoli e della nazionale italiana. È considerato uno dei più grandi difensori di sempre del nostro calcio ed è anche uno degli sportivi del Friuli Venezia Giulia che ha ottenuto più successi. Burgnich ha vinto cinque scudetti, quattro con l’Inter, uno con  la Juventus; ha vinto due Coppe dei Campioni e altrettante Coppe Intercontinentali quando militava con l’Inter; si è aggiudicato la Coppa Italia con il Napoli, mentre con l’Italia ha vinto il titolo di Campione d’Europa nel 1968 oltre a conquistare il secondo posto nei mondiali del 1970.
Cresciuto nelle squadra della sua località natale, Burgnich, quando aveva 17 anni, è passato all’Udinese facendo parte della formazione juniores ricoprendo il ruolo di terzino destro. Nel 1958-59 è entrato a far parte della prima squadra bianconera dapprima allenata da Luigi Miconi, poi da Severino Feruglio che lo ha fatto debuttare in A il 2 giugno 1959 in Milan-Udinese. Era il penultimo atto del torneo, la squadra rossonera travolse quella bianconera per 7-0 (è la sconfitta più pesante di sempre in 47 campionato di A dell’ Udinese). Viene riconfermato per la stagione successiva e disputa altre 7 gare. Poche, ma sono bastate primo, per convincere i responsabili della nazionale olimpica Gipo Viani e Nereo Rocco a convocarlo in vista dei Giochi di Roma; secondo, per essere acquistato dalla Juventus con cui nel 1960-61 vince lo scudetto (disputa 13 gare). A Torino rimane una sola stagione, viene considerato giocatore scarsamente tecnico e viene ceduto al Palermo quale parziale contropartita per il portiere Anzolin. Nel Palermo (31 incontri disputati, una rete realizzata) fa un sostanziale salto di qualità tanto che a fine stagione lo acquista l’Internazionale di Helenio Herrera. Burgnich è militare di stanza al Centro Atleti di Bologna, con l’Inter si allena  saltuariamente, ma Herrera ha fiducia in lui e lo utilizza sistematicamente in campionato che vedrà la squadra nero azzurra aggiudicarsi lo scudetto che mancava dal 1953-54. Il terzino friulano, grintoso, forte nell’anticipo, nel gioco aerea, rapido e veloce, si pone sempre di più alla ribalta, nel 1963 fa il suo debutto in nazionale in Italia- Russia 1-1, Nel 1964 vince la Coppa dei Campioni, il 27 maggio 1964 a Vienna contro il Real Madrid, perde lo spareggio con il Bologna due settimane dopo per la conquista dello scudetto (0-2), a settembre si rifa vincendo la Coppa Intercontinentale. Nel 1964-65 vince scudetto, Coppa dei campione e a settembre 1965  ancora la Coppa Intercontinentale. Si aggiudica con l’Inter anche lo scudetto 1965-66 e quello 1970-71. Rimane in  nero azzurro sino al 1974 collezionando 467 gare tra campionato, Coppa Italia e Coppe internazionali; passa al Napoli agendo da battitore libero e nel 1975-76 vince la Coppa Italia. Rimane in forza alla squadra partenopea sino al 1977 (84 gare di campionato disputate). Per quanto concerne le nazionale, Tarcisio Burgnich vanta 66 presenze e 2 gol realizzati. Ha disputato tre mondiali, nel 1966, 1970 e 1974. In quest’ultima manifestazione disputa la sua ultima gara in azzurro in Polonia-Italia 2-1. Complessivamente ha disputato 665 gare ufficiali. Nel 1978 inizia la carriera di allenatore che lo ha visto protagonista sulle panchine di Livorno,  Catanzaro, Bologna, Como, Genoa, Lanerossi Vicenza, Cremonese, Salernitana, Foggia, Lucchese, Ternana, Pescara (alcune di queste squadre le ha allenate in più di un’occasione).

Condividi su