31 gennaio 2020
31 gennaio 2020

Accadde oggi | Teofilo Sanson

Il 31 gennaio 2014 moriva l'ex presidente dell'Udinese

Sanson tra il Prefetto e il sindaco.jpg
Sei anni fa moriva a Verona Teofilo Sanson presidente dell’Udinese dal 1976 al 1981. Aveva 86 anni essendo nato il 20 marzo 1927 a Scomigo (TV). Era un imprenditore la cui attività iniziò nel 1948 gestendo un modesto chiosco di gelati a Torino. Poi ha fondato un laboratorio evolutosi nella “Gelati Sanson “ con sede a Colognola ai Colli, nell'est veronese, fino a diventare un'azienda leader del settore dolciario, tanto da venire considerato il “re del gelato”. Nel 1976 Sanson decise di acquistare l’Udinese di cui era presidente Pietro Brunello. Con il suo avvento la gloriosa “Associazione Calcio Udinese” si trasformò in Spa con Sanson maggiore azionista e con i tifosi piccoli azionisti. L’organigramma della neo nata Società comprendeva Sanson presidente, Lino Midolini vice presidente, Mario Pittorello, consiglieri Angelo Da Salte un rappresentante dal Centro di Coordinamento dell’Udinese Club. L’Udinese di Sanson (l’imprenditore prima di venire in Friuli era stato presidente del ClodiaSottomarina in C, sponsor anche del Rugby Rovigo, di una squadra di ciclismo capeggiata da Francesco Moser e della squadra di pallanuoto Civitavecchia), si ridestò dopo un lungo periodo caratterizzato soprattutto da delusioni. La squadra era in serie C e con il cambio al timone del club nel 1976-77, giocando per la prima volta nel nuovo stadio ai Rizzi, conquistò il secondo posto. Nei successivi due anni fu grande protagonista, con Massimo Giacomini allenatore: conquistò dapprima la promozione in B poi in A. Sanson, a fine maggio 1981 dopo il sofferto successo casalingo sul Napoli (2-1), si mise da parte, consegnò la squadra nelle mani del Sindaco Angelo Candolini e questi con il Direttore Generale dell’ Udinese, convinsero il presidente della Zanussi, Lamberto Mazza a rilevare le azioni dell’imprenditore veneto. Il passaggio delle consegne fu ufficializzato il 27 giugno 1981.
Condividi su