15 dicembre 2019
15 dicembre 2019

Juventus - Udinese 3-1

Pussetto nel finale sigla il gol della bandiera

305 Juve- Udinese 15-12-2019 © Foto Petrussi .jpg
JUVENTUS – UDINESE: 3-1 (3-0)
JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Danilo, Bonucci (75’ De Ligt), Demiral, De Sciglio; Rabiot, Bentancur, Matuidi; Dybala (75’ Bernardeschi), Higuain (80’ Douglas Costa), Ronaldo. A disposizione: Perin, Pinsoglio, Alex Sandro, Rugani, Pjaca, Ramsey, Muratore, Can. Allenatore: Sarri
UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Ekong, Nuytinck; Ter Avest, Fofana, Mandragora, De Paul (67’ Walace), Stryger Larsen (87’ Nestorovski); Okaka (61’ Pussetto), Lasagna. A disposizione: Nicolas, Perisan, Sierralta, Becao, Opoku, Barak, Teodorczyk. Allenatore: Gotti
ARBITRO: Pasqua di Nocera Inferiore
Assistenti: Rocca, Baccini 
IV Uomo: Volpi 
VAR: Piccinini 
AVAR: Di Iorio
MARCATORI: 9’ Cristiano Ronaldo, 37’ Cristiano Ronaldo, 45’ Bonucci, 94’ Pussetto
Ammoniti: Dybala, Bentancur, Nuytinck
Recupero: 5’ st
 
TORINO – È finita per 3-1 la sfida dell’Allianz Stadium tra Juventus e Udinese, valida per la 16^ giornata di Serie A TIM. Sarri propone un virtuosissimo tridente composto da Dybala, Higuain e Ronaldo, Gotti invece si affida allo stesso undici visto contro il Napoli. Al 8’ è Matuidi a scaldare i guanti a Musso con la prima conclusione della Juventus verso la porta friulana, l’estremo difensore bianconero non ha problemi a neutralizzare la sfera. Un minuto più tardi però ancora padroni di casa in avanti con Dybala, l’argentino tenta di addomesticare un lancio lungo proveniente dalle retrovie ma non controlla al meglio e il pallone arriva nelle disponibilità di Cristiano Ronaldo. Il portoghese, in corsa, calcia di prima intenzione e con un tiro potente e preciso supera Musso per il vantaggio della Juventus. Al 28’ ripartenza di Dybala che fa correre Ronaldo sull’out di sinistra, scarico del portoghese per Higuain che, dopo aver condotto palla per una manciata di metri, scaglia il suo destro verso la porta difesa da Musso. Il numero uno dell’Udinese è attento e sventa il pericolo spedendo in calcio d’angolo. Al 32’ si fanno vedere i friulani. Traversone di Ter Avest raccolto da Mandragora, il centrocampista però non aggancia benissimo il pallone e la conclusione che ne scaturisce non impensierisce Buffon che blocca senza problemi. Al 37’ Higuain conduce palla sulla trequarti ospite, vede il corridoio per Ronaldo e lo serve con un filtrante velenoso. Il numero 7 bianconero non ci pensa due volte e con il mancino calcia direttamente in porta, il tentativo dell’incolpevole Musso è vano e la sfera termina in fondo al sacco per il gol del 2-0. Al 45’ calcio d’angolo battuto da Dybala a cercare Demiral, il turco colpisce a rete ma la traiettoria incontra la testa di Bonucci che, a sua volta, gira verso la porta di Musso. Il pallone colpisce la traversa e supera la linea di porta per una questione di millimetri, la Goal Line Technology dice sì e Pasqua convalida la rete del 3-0.

Nella ripresa al 49’ è ancora Mandragora a provarci per i friulani, la conclusione al volo è buona ma termina di poco a lato. Al 51’ Dybala sfiora il poker con un bel pallonetto che colpisce la parte superiore della traversa e si spegne sul fondo. Sul ribaltamento di fronte De Paul porta in avanti i suoi e con un bel filtrante da posizione defilata sulla trequarti premia l’inserimento di Lasagna. Il capitano bianconero controlla il pallone verso l’esterno e prova la girata col piede più debole, il tiro è murato da Demiral. Al 55’ è di nuovo Lasagna a provarci con un sinistro al volo, il tiro non è molto angolato e Buffon risponde bene. Al 71’ azione avvolgente che coinvolge quattro giocatori prima di premiare Pussetto che si libera bene del marcatore e calcia in porta, la sfera viene però deviata e termina in calcio d’angolo. Al 74’ è Fofana a trovare lo spazio giusto al limite dell’area di rigore avversaria e liberare bene il suo destro, Buffon deve tuffarsi per sventare la minaccia. Al minuto numero 83 Musso si supera e compie una prodezza sulla conclusione di sinistro di Cristiano Ronaldo, negando al portoghese la gioia della tripletta. Solamente un minuto più tardi sono i legni a negare il gol a Ronaldo. La conclusione mancina dalla distanza è velenosa ma il palo salva dalla capitolazione un Musso ormai battuto. Al 87’ il neo entrato Nestorovski si insinua con caparbietà all’interno della difesa avversaria e da distanza ravvicinata prova un sinistro preciso diretto all’angolino alla destra di Buffon. L’estremo difensore la tocca quanto basta e la sfera finisce in corner. Al 94’ Pussetto mette a segno il gol della bandiera. Pallone messo in mezzo da Ter Avest, Nestorovski non controlla e la sfera caramabola sui piedi dell’argentino che, sotto porta, mette in rete per il 3-1 finale. La formazione di Gotti ora si prepara alla sfida interna di sabato prossimo contro il Cagliari.

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto