29 novembre 2020
29 novembre 2020

Lazio-Udinese 1-3

Primo successo esterno per i bianconeri

WhatsApp Image 2020-11-29 at 14.26.28.jpeg
LAZIO-UDINESE 1-3 (pt 0-2)

Marcatori: 18’ pt Arslan (U), 48’ pt Pussetto (U), 26’ st Forestieri (U), 29’ st rig. Immobile (L)
Ammoniti: 32’ pt Arslan (U), 43’ pt Patric (L), 45’ pt Fares (L), 45’ pt Pereyra (U), 48’ pt Samir (U), 28’ st Musso (U), 32’ st Leiva (L), 47' st Akpa Akpro (L)
Recupero: pt 3’, st’ 4’

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric (31’ st Pereira), Acerbi, Radu; Lazzari, Parolo (1’ st Akpa Akpro), Cataldi (1’ st Leiva), Luis Alberto (17’ st Caicedo), Fares (1’ st Marusic); Immobile, Correa.
A disposizione: Reina, Furlanetto, Anderson, Armini, Hoedt, Escalante, Milinkovic. All. Inzaghi 

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Nuytinck, Samir; Stryger Larsen, De Paul, Arslan (11’ st Jajalo), Pereyra, Zeegelaar (11’ st Molina); Pussetto, Forestieri (34’ st Walace).
A disposizione: Gasparini, Scuffet, Deulofeu, Bonifazi, Ter Avest, Micin, Palumbo, Coulibaly. All. Cioffi

Arbitro: AURELIANO
Assistenti: CARBONE - PAGNOTTA
IV Uomo: PRONTERA 
VAR: Banti
AVAR: DI VUOLO

Un’Udinese più forte di ogni difficoltà centra l’impresa all’Olimpico e sconfigge la Lazio con una prova di personalità e carattere. Finisce 3-1 per i bianconeri, che si portano in vantaggio di due lunghezze nel primo tempo e tengono bene il campo anche nella ripresa, nonostante i tentativi dei padroni di casa.

Al 4’ il primo squillo della Lazio, Correa parte in profondità e calcia da posizione defilata, con Musso che devia di piede. Ci prova anche Cataldi al 15’ dalla distanza con un rasoterra che non impensierisce il portiere argentino.

L’approccio dell’Udinese è comunque buono, la squadra fraseggia e dimostra di avere iniziativa. E al 18’ passa in vantaggio: numero di Pereyra che supera due avversari in area, il Tucu poi serve poi Arslan che con un preciso diagonale trafigge la porta laziale. Primo centro in campionato per il turco tedesco, che un paio di minuti prima era uscito provvisoriamente dal campo per una botta ma si rivela subito decisivo al suo rientro nel rettangolo di gioco. 

Il gol dà energia ai bianconeri, che vanno più volte vicini al raddoppio, prima con Samir che sugli sviluppi di un corner calcia al volo di sinistro trovando il colpo di reni di Strakosha, poi con Forestieri che di testa manca il bersaglio da pochi passi. Stessa sorte anche per Pussetto su punizione di De Paul a ridosso del 45’, ma in pieno recupero l’argentino si riscatta finalizzando il contropiede innescato da De Paul e mettendo la firma sul gol del 2-0.

Tre cambi per la Lazio nell’intervallo (Akpa Akrpro per Parolo, Lucas Leiva per Cataldi, Marusic per Fares) per cercare di cambiare marcia, l’Udinese riparte invece con gli stessi undici. Padroni di casa subito pericolosi al rientro dagli spogliatoi con una conclusione potente di Lucas Leiva che si spegne a lato. Il brasiliano prova a scuotere i suoi e al 62’ sfiora nuovamente il gol, questa volta trovando la pronta risposta di Musso. 

Il match cala di ritmo per poi riaccendersi all’improvviso a cavallo della metà della ripresa, con Forestieri che trova il guizzo del 3-0 con un destro da dentro l’area. I giochi sembrano fatti, ma appena due minuti più tardi Immobile sfrutta un retropassaggio incerto di Jajalo, si invola verso la porta e viene atterrato da Musso. Giallo per il portiere bianconero e rigore che lo stesso Immobile trasforma. La diga bianconera regge nei minuti finali e l’Udinese conquista il primo successo esterno della stagione.
Condividi su